DURA LEX SED LEX
immagini correlate
sondaggio:
Siete favorevoli all'indulto concesso dal Governo?
no
carattere piccolocarattere mediocarattere grande

Ospedali psichiatrici giudiziari: luoghi di cura e rieducazione o 'ergastoli bianchi'?

Relazione di un gruppo di esperti incaricati dalla Commissione Giustizia-Salute denunzia i problemi della sanità penitenziaria

                                                                          a cura di
                                                                          Liala Todde, Avvocato penalista Foro di Torino


La Legge Basaglia nel 1975 ha trasformato i manicomi criminali in ospedali psichiatrici giudiziari, ma al cambiamento di nome non è corrisposto un miglioramento del servizio.
Nel 1999,  le competenze sanitarie in carcere erano passate dall'Amministrazione penitenziaria al S.S.N.
Tali istituti rimangono un tertium genus tra le carceri e gli ospedali. Le carenze di strutture e di operatori sanitari specializzati impediscono cura e rieducazione dei soggetti.
E' questo in estrema sintesi il contenuto della relazione stilata dal gruppo di lavoro interministeriale incaricato nel 2004 dalla Commissione Giustizia-Salute di verificare lo stato dei 6 ospedali psichiatrici giudiziari presenti sul territorio italiano, costituito da otto esperti e coordinato da Guido Vincenzo Ditta e Adolfo Ferraro.
La difficoltà maggiore risiede nell'impossiblità del personale di seguire in modo adeguato persone con patologie tanto diverse che vengono internate per ragioni processuali eterogenee nelle stesse strutture.
Quasi la metà dei soggetti è sottoposto ad una misura di sicurezza temporanea di due anni. Il fatto, però, che nel solo 2004 di siano state 688 proroghe di misure di sicurezza lascia intendere che rari sono i casi di riuscita del programma terapeutico di rieducazione. Per questo motivo si parla di 'ergastoli bianchi'.
La Corte Costituzionale (1) in varie sentenze ha qualificato l'internamento come extrema ratio nelle ipotesi di reale pericolosità.
______________________________
(1) Corte Cost. 253/2003; Corte Cost. 367/2004

                                                                            Studio Legale Todde
                                                                            email:
lialatodde@gmail.com
                                                                            tel. 3338629829
                                                                            Sedi: Torino e Aosta



04/07