DURA LEX SED LEX
immagini correlate
Aleksandr Piciushkin
Aleksandr Piciushkin
articoli correlati
criminologia > serial killers
carattere piccolocarattere mediocarattere grande

Aleksandr Piciushkin, il ‘serial killer della scacchiera’

“Il primo omicidio è come il primo amore. Non lo dimentichi più”




Ha trent’anni ed è un ex impiegato di supermercato. Ha una voce calma e pacata mentre racconta agli inquirenti le modalità con cui ha ucciso sessanta persone. Eppure solo quarantanove erano gli omicidi che gli venivano addebitati dagli investigatori.
Per nessun motivo, tuttavia, Aleksandr Piciushkin avrebbe voluto perdere la possibilità di diventare il più feroce serial killer russo, superando persino Andrei Cikatilo.
“Ho pensato che non sarebbe stato corretto dimenticare le altre undici persone” riferisce con orgoglio.

Se fossimo in un thriller forse potremmo persino trovare affascinante l’intelligente mente criminale in grado di sfuggire ad una  ‘caccia all’uomo’ pressante come quella a cui è stato assoggettato per cinque anni Aleksandr.
Questo, però, non è un thriller, ma è la patologica manifestazione della realtà. Una realtà che si mostra agghiacciante e che fa sembrare innocui persino i nostri incubi peggiori.


Niente paura… ‘il mostro di Biza’ è stato riconosciuto all’unanimità dal Tribunale di Mosca responsabile di ben quarantanove omicidi. Con molta probabilità Aleksandr non rivedrà mai più la luce del sole se non dietro la grata della sua cella.
Niente paura…è solo un lontano ricordo il terrore che pervadeva il parco della città di Mosca dove il mostro dai modi gentili accompagnava anziane signore a fare brevi passeggiate in sua compagnia.
Un gesto cortese che si trasformava nella spaventosa reazione di un uomo che uccideva “per vivere”.
Niente paura… il raccapricciante ‘gioco’ è stato interrotto dalla cattura del colpevole. Se non fosse stato scoperto Aleksandr avrebbe forse realizzato il suo sogno: uccidere un numero di persone pari al quello delle caselle di una scacchiera (64). Veniva, infatti, soprannominato anche ‘il Mostro della scacchiera’.
Niente paura…almeno finchè un’altra oscura ombra si guadagnerà la macabra fama di ‘Mostro’.


                                                                                                       L.T.



29.01.2008